Lo squalo Dentino e il dentista del mare


Avete mai sentito parlare del dentista del mare?
Nel fondale di un mare lontano e perduto nel mondo delle favole, viveva lo squalo Dentino.
Aveva un bel sorriso e non faceva paura perché i suoi denti non erano mai cresciuti, lui era diventato grande ma i denti non lo avevano seguito. Così gli altri pesci del mare, per i quali sarebbe dovuto essere terrificante, in realtà erano suoi compagni di gioco e talvolta, i più cattivi, lo prendevano in giro. Mamma squalo e il suo papà, erano molto preoccupati per il suo futuro, la natura ha leggi molto rigide e nessun essere vivente può sopravvivere se non segue le sue regole. Ma squalo Dentino viveva felice, sì, di tanto in tanto, si vedeva un po’ diverso, ma non ci faceva poi tanto caso perché aveva tanti amici con cui giocare, nessuno squalo mai ne aveva avuti così tanti!

Ma un giorno gli scoppiò un forte mal di denti, non riusciva a giocare, né a mangiare, era diventato triste e si era ritirato sotto uno scoglio tutto solo, neanche la mamma riusciva a consolarlo. Passò di lì un polpetto, che timidamente gli si avvicinò. Dentino mostrò i denti e Polpetto si tirò subito indietro impaurito. Ma la curiosità ebbe il sopravvento e il piccolo polpo si riavvicinò: “perché sei così arrabbiato e tutto solo?, Vieni a nuotare con me!” disse coraggiosamente. Allora Dentino, un po’ stupito per la sua tenacia, si aprì e parlò del suo dolore, dei suoi denti che erano sempre stati un punto di forza e che ora si stavano ribellando e non riusciva più a sorridere! Polpetto ascoltò fino in fondo la sua storia e, intenerito, si offrì di accompagnarlo dalla sua dentista, Ruga, la tartaruga che curava i denti dei pesci del fondale.

Ruga era infatti il dentista del mare, aiutava i pesci ad avere una bocca sana e un sorriso smagliante. A Ruga interessava mantenere l’allegria e invitava tutti a sorridere.  Dentino e Polpetto arrivarono trasportati da una corrente calda che li condusse proprio davanti all’ingresso dello studio della dottoressa. Dentino, sperava che il suo nuovo amico lo aiutasse, ma non aveva mai sentito parlare del dentista del mare, ed era così dolorante che non ci contava molto. Si accomodò sul lettino fatto di coralli e si lasciò visitare. Ruga dopo aver osservato bene la bocca di Dentino, porse allo squaletto un collutorio di alghe e gli ordinò di lavarsi bene i denti e di usare il collutorio per una settimana, così la gengivite che lo aveva tanto provato sarebbe passata.  Dentino si armò di coraggio e impegno e fece esattamente quello che Ruga, la dentista del mare, aveva ordinato. Di lì a pochi giorni tornò a sorridere e raccontò ai suoi amici che non c’è da aver paura del dentista, perché altro non era che una fata del sorriso.

Questa bella fiaba ce l’ha raccontata un nostro piccolo paziente, un bimbo coraggioso che ha voluto farci questo regalo che siamo orgogliosi di condividere con voi!

Seguici su Facebook!

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *