Passaporto dei denti, una garanzia di qualità


Gli elementi protesici hanno necessariamente caratteristiche di qualità che ne garantiscono la sicurezza per la nostra salute orale. Dalle dentiere agli impianti, passando da ponti, corone e altri, la sostituzione di un dente naturale deve avvenire con protesi che rispettino gli standard di legge che ne determinano la sicurezza per la nostra salute.
Molti invece i casi di pazienti che si ritrovano in bocca protesi inadeguate e di pessima qualità, prodotte a basso costo con materiali che troppo spesso provocano reazioni avverse. 

Ai fini della tutela del paziente la AIPO (associazione italiana di odontoiatria protesica) ha diffuso un librettino di consigli, che è simpaticamente definito “passaporto dei denti” per individuare se il dentista a cui ci si rivolge, è uno specialista serio e utilizza prodotti di qualità.

Se vuoi scaricare l’opuscolo informativo clicca qui.

Il passaporto dei denti sembra essere necessario perché purtroppo sono stati documentati casi di protesi costruite con materiali diversi rispetto a quelli dichiarati, che contengono in variabile quantità, metalli  tossici quali ad esempio cadmio o nichel, che possono indurre danni talvolta non indifferenti.

Nel librettino viene sottolineata la necessità di richiedere in primis, nel caso in cui l’odontotecnico non lo consegni da protocollo al dentista,  il documento di conformità. Grazie infatti alla normativa 93/42 CEE il medico deve consegnare dichiarazione di conformità su richiesta al paziente, per ogni protesi fatta. 

Ogni impianto protesico non è uguale agli altri. I materiali che lo compongono hanno elementi presenti in percentuali diverse, il bilanciamento di questa composizione determina la tipologia in termini di costi, di durata ma in modo più rilevante la biocompatibilità con la nostra bocca, in modo che non ci debbano essere reazioni avverse e disturbi o interferenze con la funzionalità dei denti. 

Diffidare quindi di protesi low cost e informarsi sulla professionalità e serietà dello specialista a cui vi rivolegerete. I certificati di conformità devono essere marcati CE; 

Inoltre è consigliato un monitoraggio attento e in caso di rossore o irritazioni intorno alla protesi, evidenziare il problema con il dentista.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *